Stromboli S/t 2015 - Post-Rock, Ambient

Disco in evidenzaS/t precedente precedente

Musica apocalittica

Stromboli fa musica apocalittica. Questo esordio è la colonna sonora per un ascoltatore che atterra in un pianeta sconosciuto dove non esiste spazio e tempo, i colori sono variazioni di grigio, blu e oscurità, l’esperienza è totale. Le percussioni sembrano degli spari in lontananza, rafforzano la sensazione di inquietudine che immediatamente si impossessa di chi ascolta e allo stesso tempo rendono questo percorso verso l’ignoto ancora più curioso ed eccitante.
Completamente al di fuori di ogni tendenza contemporanea, ascoltando questo ep è difficile trovare riferimenti nel suono di oggi o anche negli schemi del passato anche se, restando in Italia, si potrebbe pensare ai lavori elettronici di Battiato negli anni ’70. Gli elementi che compongono questo disco sono fatti di musica concreta, tratti minimalisti, rumorismo, dilatazione del suono, battiti corposi ma anche nulla di tutto questo.
Un album tutto in crescendo che un po’ ricorda le atmosfere create dai Fuck Buttons in “Tarot Sport” ma senza esplosioni di cassa dritta finali. I battiti miscelati qui sono a tratti costanti a tratti no, spesso scompaiono lasciando spazio a una batteria percossa in maniera instabile, voci ultraterrene inquietanti e rumori. La prima parte dell’album mette subito in mostra gli elementi che lo compongono e prepara l’atmosfera ma è con il lato B di questa cassettina (“Canyons”, “Program 2” e “No Agitation”) che si tocca l’apice della potenza sonora, davvero devastante.
Questo disco è un'esperienza da pelle d’oca che, meritoriamente, ha già trovato un riconoscimento d’onore all’estero nelle parole che una firma d’eccezione come Simon Reynolds ha deciso di dedicare a questa uscita. Si tratta della seconda pubblicazione della neonata Maple Death Records di Jonathan Clancy. Indubbiamente un inizio strepitoso, sia per l’etichetta che per Stromboli.

---
La recensione S/t di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-04-02 09:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia