16/05/2015

L'ep si apre con "La parola che inizia per F...". La parola che inizia per F.. è froci. Il pezzo ha un nemico dichiarato nella scena attuale e in chi la compone, accusato di spompinare a destra e a manca pur di farne parte. E va bene. I rapper attuali son tutti paraculo. Ma l'hardcore come scelta stilistica fatta a prescindere ha i suoi rischi. Perché le liriche taglienti o veicolano un messaggio forte, o uno stile nuovo e che spacca, per non suonare una furbata fine a se stessa. Qui non c'è nulla di 'sta roba, a parte il suddetto messaggio. E quindi quando arrivi a "Dirty Sanchez", e il buon SammyBoy ti vomita addosso tutta la sua sindrome di Tourette, la sua misoginia e la sua omofobia, inizi a domandarti "Perché?". La traccia, con il suo beat trascinato che accompagna un rap da cantilena, è coronata da un ritornello che recita "Avviso i vostri genitori, suono troppo hardcore per voi". E fa ridere. È come quando da bambini si va davanti alla mamma urlando "Culo!" per testarne la reazione.
Come rap pare una specie di primo Fabri Fibra, senza Fabri Fibra. E che comunque arriva quasi quindici anni dopo. Il fatto di essere hardcore, lo ripeto, di per se non è un messaggio. E di stile personale qui non ce n'è a sufficienza. Quindi, perché devo sopportare questo rosario di bestialità? Perché sennò sono un benpensante? Sta roba puzza di scusa. Del tipo, o ci capisci e ti piace, o è colpa tua.
Il progetto si chiude con "Ravenna Paranoia", claustrofobico pezzo sulla provincia e la sua vita. Sempre visto e letto da un punto di vista personale, della sofferenza del singolo, il cui pensiero ultimo in questo caso è il suicidio. Il pezzo è abbastanza riuscito, se il suo intento è trasmettere angoscia e ansia. Ma da solo non basta a salvare questo esordio. C'è uno stile da trovare in fretta e una maschera da gettare. Siam curiosi di vedere cosa si nasconde sotto SammyBoy grattando via sta patina di hardcore un po' forzato.

---
La recensione Commando Nuova Era - Recensione - SammyBoy - Bifolco di Matteo Villaci è apparsa su Rockit.it il 22/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati