Movengo …percorsi 2002 - Rock, Alternativo

precedente precedente

Pregi e difetti dei Movengo: tra i primi c’è da annoverare una presentazione un po’ altezzosa, quantomeno poco simpatica, mentre tra i secondi delle discrete qualità tecniche che permettono di presentare 5 pezzi musicalmente degni di nota (oddio, almeno la maggior parte), rimandanti moooooolto ai Litfiba dei primordi, e una tastiera che non fa certo da comprimaria - anzi aggiunge quel qualcosa in più.

Peccato per le liriche, non all’altezza del ‘suonato’, e per il cantato che, pur non essendo brutto, agisce per lo più in ‘Maiorca style’ (apnea pura). Tra gli intenti dichiarati c’è quello di suonare il rock in tutte le sue sfaccettature possibili, quindi passando dai toni duri di “Un ora sola” (oh, gente, io lo so che ci va l’apostrofo, ma loro hanno scritto così), per quel che conta la mia preferita, a quelli morbidi di “Attimi” e a quelli decisamente pallosetti di “Cuore non mente”.

Bisognerebbe però evitare atteggiamenti da Artisti, lasciare da parte i percorsi per concentrarsi di più sulla base, vale a dire testi e musica. Sforzarsi maggiormente sui primi e liberarsi dalla voglia di fare la hit a tutti i costi per la seconda; quindi: niente melensaggini, prego, che, a quanto ho sentito, non è il ramo di competenza.

Non c’è nessun motivo per odiare i Movengo, ma è pure vero che non ne trovo neanche uno per amarli, come dire: c’è di peggio, ma c’è pure di meglio.

---
La recensione …percorsi di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2003-12-01 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia