< PRECEDENTE <
RECENSIONE
30/06/2015

Come in cucina, così anche una canzone deve essere composta da pochi elementi in perfetto equilibrio tra loro.

E questo singolo dei bolzanini New Redemption sembra rispecchiare a pieno la filosofia del less is more: due chitarre prepotenti ma non troppo, che richiamano vagamente la tradizione rock degli anni ‘80; una coppia, quella formata dal groove basso e dai fitti passaggi di batteria, che non perde mai un colpo e contribuisce a esaltare le parti di assolo a fine manico; e infine una voce, quella di Michele Monese, che si dimostra sempre all’altezza della situazione, senza eccedere in futili virtuosismi da nostalgie hair metal.

Un hard rock onesto e schietto, quello del quintetto trentino, fatto di poche chiacchiere e tanta energia, come la loro terra d’origine. Un inno al godimento – ancora più evidente una volta letto il testo – che diverte e, proprio come un piatto semplice e genuino, non richiede l’abuso di Maalox e affini.

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani