Killacat Parto da qui 2015 - Soul, Rap, Elettronica

Parto da qui precedente precedente

"Parto da qui": il viaggio introspettivo di Killacat prende una nuova forma soul

Dopo aver girato l’Italia assieme ai migliori artisti reggae della scena italiana ed internazionale, collaborato con chi ha portato alla ribalta negli ultimi anni il conscious rap – Ghemon e Mecna su tutti – Killacat ha deciso che fosse arrivato il momento di fermarsi un attimo. La sosta però non è stata di quelle forzate, come accade a chi non ha più energie per andare avanti. Bensì, è stata condizione necessaria e sufficiente affinché gli stimoli interni trovassero pace e libero sfogo in quella che è la nuova dimensione artistica ricercata e raggiunta dal cantante.

Il titolo del disco in questione racchiude infatti un'affermazione sincera e programmatica: “Parto da qui”, perché è esattamente qui che inizia il vero viaggio dell’autore, introspettivo nei contenuti, e innovativo nella forma. “Via da me” è un grido d’evasione, visto in chiave soul, dalla quotidianità e dalla pressione che il mondo esercita sul proprio essere. “Io e te (Nella notte)”, probabilmente il miglior brano dell’ep, mescola saggiamente sonorità elettroniche con i tratti di black music riscontrati anche nel precedente. Ad impreziosire ulteriormente l’opera ci pensano le collaborazioni di rilievo delle quali l’autore si è affiancato: MadBuddy prima (“Per avvicinarti un po’”), lo stesso Mecna poi (“Nulla da perdere”), riportano in auge la galassia hip hop attraverso la quale la navicella-Killacat si è mossa negli ultimi anni, prima di atterrare nell’universo urbanpop, cardine della bonus track “Quando ti rivedrò”.

L’importante non è quello che trovi a destinazione di un viaggio, ma quello che provi durante il percorso” La partenza di Killacat ha testimoniato quanto il percorso in questione sia caratterizzato da eleganza e raffinatezza, capacità di emozionare e trasportare gli ascoltatori grazie ad un timbro vocale inconfondibile ed uno stile innovativo per il nostro panorama. Con queste basi insomma, poco importa che per l’arrivo manchi ancora parecchia strada.

---
La recensione Parto da qui di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-09-08 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO