alFa NeU Hiroshima Station 2015 - Alternativo, Electro, Ambient

Hiroshima Station precedente precedente

Un progetto dalla doppia anima, melodia e intransigenza

È un lavoro di concretezza e rigore, "Hiroshima Station" di alFa NeU. Guarda indietro negli anni, nell'ambito della scena glitch e downtempo, e riesce a creare un disco magari non scintillante ma comunque di buon valore. Il beat rallentato di "Different Methods" scandisce l'incedere di un brano oscuro e industriale, con una tastiera impalpabile e malinconica che prova a smorzare il rumorismo electro del contesto. Formula simile per "2rewind", quasi un Andy Stott più orecchiabile e accessibile - nei limiti di un genere che non prevede particolari scorciatoie. "Musique Concrete" è il pezzo migliore, quello che riesce con poche note di pianoforte e una sottile elettronica di disturbo a conciliare meglio la doppia anima - melodica e intransigente - del progetto. Un buon album.

---
La recensione Hiroshima Station di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-09-08 07:45:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia