SenderFlos The Eyes 2015 - Techno, Elettronica, Ambient

The Eyes precedente precedente

Ambient e techno si incontrano creando una moltitudine di possibilità espressive.

Si potrebbe immaginare l’album di debutto dei SenderFlos come un lavoro prodotto in un cottage immerso nella taiga delle zone settentrionali della Scandinavia ma di certo, dopo il primo ascolto, risulterebbe difficile credere che questo lp sia il frutto di due giorni di improvvisazione in uno studio di registrazione nella provincia di Brescia.

Questa musica che dipinge luoghi semi-surreali composti da boschi infiniti e campi ghiacciati nasce dall’incontro di tre menti complementari ma totalmente diverse tra loro unite per creare un disco in cui si incontrano due scuole di pensiero ben distinte e diversi anni di esperienza nel campo della produzione musicale.
"The Eyes" è un album estremamente emotivo composto da una miscela infinita di melodie vorticose e paesaggi sonori inquieti dove ambient e techno vengono amalgamate utilizzando strumenti non convenzionali e drum machine. Questo stream of consciousness, dato soprattutto dalla scelta dell’improvvisazione come tecnica compositiva, lascia estremamente libera l’interpretazione dell’opera. Un altro elemento di genuinità e originialità a livello compositivo è costituito dall utilizzo delle cosiddette tavole di Flos, strumenti autoprodotti a partire da oggetti riciclati che garantiscono l'imprevedibilità sonora che permea l'intero disco.

Iniziando in una nebbia vorticosa di cenere e fumo, "The Eyes" scava attraverso un sottobosco di erba secca e foglie scoppiettanti, svelando una luce di positività in quello che è apparentemente un disco estremamente cupo e triste che si presta ad annunciare l'inizio dell'inverno.

È difficile collocare "The Eyes" in un genere musicale preciso. Sicuramente gli appassionati dell'edm si perderanno nei quasi 7 minuti di "Try Doing" e i puristi dell'ambient di stampo nordico si troveranno spaesati e fuori luogo ascoltando tracce ritmate come "Walking Behind Someone in a Dream". Questo lavoro apparentemente amorfo creato dai SenderFlos è tuttavia dedicato ai crescenti appassionati di sonorità ricercate e a chi ha espatriato trovandosi catapultato in un mondo diverso stracolmo di nuovi stimoli da cui è riuscito a reinterpretare la vita partendo da quel brivido lungo la schiena che lo tormentava pensando alle prime difficoltà.

---
La recensione The Eyes di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-12-28 09:45:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO