Don Diegoh & Ice One Latte & Sangue 2015 - Hip-Hop

Disco in evidenzaLatte & Sangue precedente precedente

Don Diegoh al microfono, Ice One ai beat. Serve aggiungere altro?

«Punto uno: metti su una bella strumentale.

Punto due: passami il mic e lascia fare.

Punto tre: ascolta cosa ho da raccontare.»

Nell’arco di quella trentina di mesi trascorsi fra "Radio rabbia" e "Latte & sangue", Diegoh sembra essere parecchio maturato da un punto di vista tecnico. E, a giudicare dai versi presenti nel suo ultimo album, anche da un punto di vista personale. "Latte & sangue" è intimo, sincero, estremamente denso. È la lettera di un trentenne che finalmente confessa al padre le cose mai dette (“Ciao pa’”). È l’urlo di una Calabria legata alle radici, ma proiettata verso il futuro (“Compà”, “Eri meglio prima”).  È amore per una musica che prima di tutto è cultura, per un suono che si costruisce con palle e passione (“Re nessuno”). Sono fiati che segnano l’epilogo di una storia (“Tutto l’oro”).

Sono le casse di Ice One che ti prendono a pugni nello stomaco, e i suoi rullanti che picchiano dritti in faccia. Ed è difficile che resti in piedi dopo l'impatto con trent'anni di esperienza alla ricerca del beat perfetto.
È un album hip hop al 100%. Punto. Il costante omaggio ai grandi classici, dai Sangue Misto a Lou X, non è una questione nostalgica. È un modo di essere, è l'emergere di un qualcosa che c’era negli anni '90 e (per fortuna) sopravvive ancora oggi.
Perché se ogni tanto non ci guardassimo indietro non potremmo mai capire davvero quello che abbiamo davanti.

---
La recensione Latte & Sangue di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-10-27 09:55:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia