< PRECEDENTE <
album Hieronymus - Pippi Dimonte 5et

recensione Pippi Dimonte 5et Hieronymus

2015 - Jazz, Funk, Latin

RECENSIONE
30/12/2015

Pippi Dimonte è un contrabbassista che ha qualcosa da dire. Giovanissimo (classe 1991), Dimonte vanta numerosissime esperienze live e studio, suonando in vari paesi come Olanda, Spagna, Svizzera, Francia, Germania e Polonia, ha collaborato e collabora con vari artisti del panorama jazz italiano ed europeo tra cui: Adrien Moignard, Sebastien Giniaux, Nilza Costa; è interessante notare come spesso, nel panorama del jazz, gli arrangiamenti più equilibrati e strutturati arrivino da chi suona strumenti considerati spesso di riempimento o di cornice.

In questo ultimo lavoro "Hieronymus", infatti, le sonorità del quintetto bolognese spaziano dal funk allo swing, dal latin al modern jazz, ma oltre all'affiatamento dei musicisti e alla coinvolgente ritmica latin che permea molte delle loro composizioni possiamo trovare anche altre sonorità, più occidentali e controllate che dimostrano come il gruppo sappia anche equilibrarsi sapientemente per colpire nel sengno di una particolare concezione estetica ed artistica. Si capisce anche da ciò che i cinque musicisti hanno background musicali diversi che fortunatamente sanno sfruttare a loro vantaggio e non diventa un handicap.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >