Macchina Del Kaos (MDK) Il Nostro Scisma 1999 - Crossover

precedente precedente

"Una storia vera quella degli MDK; come unghie rotte a forza di aprire il vento, come barricate ai bordi della pioggia, come l'urlo atteso, come la polpa rossa dell'anguria spaccata in mezzo alla tovaglia bianca" (Marino Severini).

Non è certo un caso che a scrivere le parole di presentazione del nuovo album della Macchina del Kaos, Il Nostro Scisma, sia il cantante della Gang. Perché è proprio dall'impegno contro 'la scena deprimente' del mondo in cui viviamo che partono le liriche impegnate e graffianti delle otto canzoni che rappresentano l'Essenza e la Militanza del gruppo maceratese. Più che un semplice disco, quella degli MDK è un 'accion de fuego' diretta a combattere una 'favola di vergogna' che sta cancellando il 'Sud dell'esistenza' tra "le lacrime e i sorrisi di una crisi in società". Dal lato prettamente musicale il sound de "Il Nostro Scisma" rispecchia in pieno questa carica energica contro il sistema trovando nella potenza della classica formazione chitarra-basso-batteria il giusto mezzo per raggiungere il loro obiettivo. Ma non c'è solo l'hardcore militante di "Limbo", due minuti di puro assalto sonoro, o di "Accion de fuego", cantata in spagnolo, forse troppo vicina ad un certo tipo di metal freddo e cupo… c'è spazio anche per rilassarsi con una ballata molto personale e intelligente come "Concavo e Convesso" o per muoversi al ritmo del crossover, ispirato alle produzioni degli Assalti Frontali e dei 99 Posse di "Rigurgito Antifascista", di "Il sud dell'esistenza" e della "Scena deprimente". La vera sorpresa dell'album rimane comunque "Ego", che dal punk dell'attacco iniziale vira su suoni più sporchi e abrasivi che ci fanno sperare in un progetto futuro ancor più maturo e convincente. Non rimane che chiudere con le loro stesse parole: "Speriamo di arrivare a muovere cuore e cervello di chi ascolta e ribadiamo l'importanza che ha per noi di scuotere il torpore maledetto che sembra aver catturato la nostra generazione. Ci sentiamo vicini a tutte le persone che, in modi diversi ed anche con pensieri diversi, si interessano agli altri, di chi sta a 'sud' e tende al miglioramento di tutti gli esseri viventi (animali compresi)."

---
La recensione Il Nostro Scisma di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 1999-02-17 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia