Jamie Attainable love 2004 - Rock, Folk, Acustico

precedente precedente

Sotto il nome de plumedi Jamie si cela l'identità di James Wynne, musicista di Torino originario di Manchester, con alle spalle una lunga esperienza come autore della Sony. Con due cd promo contenenti in tutto - fra radio edit e versioni strumentali - quattro brani, egli ci presenta un rock radiofonico di ottima fattura ma scarso interesse. Se fosse appoggiato da una buona produzione potrebbe forse ottenere un buon successo commerciale: minimo sarebbe comunque il giovamento per lo standard radiofonico nazionale.

Il suono piuttosto 'plastificato' di questi due promo ricorda da vicino certo rock fine anni novanta - mi vengono in mente i The New Radicals di Gregg Alexander, o i Goo Goo Dolls. Se dovessi pensare ad un nome più attuale direi i The calling, ma con una voce più graffiante e meno compiaciuta nei toni bassi. Solo una vena acustica à la Dave Matthews - che emerge soprattutto nel singolo "Three Aisles" - ed a tratti l'influenza di Jeff Buckley ("yesteryear") lascerebbero sperare a tratti in sbocchi 'd'autore'. Per il resto tutto prende un piglio rock piuttosto stereotipato.

Beninteso, si tratta di musica ben fatta, ottimamente arrangiata, ma la sensazione generale è che il 'mestiere' sia di troppo più forte dell’urgenza di dire cose interessanti.

---
La recensione Attainable love di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2004-06-12 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia