After Crash #Lostmemories 2016 - Pop, Elettronica

Disco in evidenza#Lostmemories precedente precedente

Una matassa, sofisticata e leggera, di intermittenze elettroniche e inserti acustici dall’elevato potenziale (ri)evocativo.

Francesco Cassino e Nicola Nesi si scelgono un bel nome dai vaghi sentori cronenberghiani e danno alle stampe un debutto che fa della mutevolezza umorale il proprio valore aggiunto, perché questo, alla fine, è il buon sapore che ha la quotidianità. “#Lostmemories” (peraltro hashtag ufficiale della settima edizione del “roBOt Festival”) si ciba, infatti, di differenziati scampoli di vita vissuta per poi rivomitarli dentro una matassa di intermittenze elettroniche e inserti acustici dall’elevato potenziale (ri)evocativo.

Come opening il dreampop bluastro di “We leave”, in chiusura la dancefloor interstellare di “Transports”; nel mezzo altre 7 tracce che – impreziosite dal tocco in consolle di Andrea Sologni (Gazebo Penguins) – tratteggiano, ognuna a suo modo, le variegate sfaccettature del presente: il pop patinato di “Don’t change for me” (una specie di bizzarra creatura tra i Cranberries e gli Art Of Noise) dispensa serenità, mentre la serrata IDM di scuola londinese di “Overrated” e “Timeless room”, al contrario, evoca frenesie metropolitane; e se le derive math di “Textures in pectore” potrebbero incarnare lo smarrimento contemporaneo, nello stillicidio ambientale di “Delplace” – nobilitato da una colta citazione cinematografica tratta da “La dolce vita” (il monologo dell'intellettuale suicida Steiner) – ritorna la “temutissima” pace dei sensi sotto le vesti di un Brian Eno ottantiano.

“#Lostmemories” è un progetto riuscito per forma e sostanza, un piccolo concept stabilizzato al millimetro, dove il background musicale da compositori di colonne sonore dei due autori si sente e s’impone autorevolmente nel tratteggio certosino delle atmosfere, tutte disciplinate da una leggerezza raffinata e da quell’”ordine incantato” che tanto sarebbe piaciuto al tormentato Steiner di cui sopra.

---
La recensione #Lostmemories di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2016-01-12 10:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia