19/01/2016

Un'ideale trasformato in prodotto discografico, prima pubblicazione (che ci auguriamo abbia seguito, visto anche il titolo quasi “d'archivio” del disco) prodotta da IndieBox Music: Welcome! Wonderland firma, agli sgoccioli del 2015, il proprio “N°1”.

Alternative rock dal respiro internazionale che strizza l'occhio anche al pop: focalizzare il perimetro dei generi musicali con la band bresciana non è opera facile, e se proprio bisogna trovare coordinate precise l'attenzione si sposta oltreoceano, negli USA che circa un decennio fa hanno assistito ai migliori anni di un certo pop-rock melodico e coinvolgente. Otto tracce che assumono i tratti di manifesto d'intenzioni e corposo assaggio dell'arte proposta da W!W: l'ascolto evolve positivamente già dal primo approccio, senza clamorosi cali di tensione e, al contrario, un crescente coinvolgimento che esplode nei ritornelli, ottimamente sostenuto dal cantato di Luca Rapuzzi, efficace interprete dei testi scritti in lingua inglese.

Interesse ed entusmiasmo, ecco le emozioni principali che suscita questo disco d'esordio, aggettivi immediatamente caratterizzanti di un buon ascolto che può (e deve) avere seguito ed implementazioni. Ci sono buone basi musicali su cui edificare.

---
La recensione Welcome! Wonderland - Recensione - N°1 di Giandomenico Piccolo è apparsa su Rockit.it il 20/07/2019

Tracklist

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati