Allie's Dope Embryo 2016 - Psichedelia, Noise, Garage

Disco in evidenzaEmbryo precedente precedente

Seconda prova convincente per il pop psichedelico degli Allie's Dope.

Quando un ep convince, si chiude sempre dicendo “aspettiamo l'album”. Ecco, in questo caso non aspetterò l'ultima riga per dirlo, lo dichiaro subito, perché ascoltando questo secondo lavoro breve degli Allie's Dope risulta sempre più evidente che non avranno nessuna difficoltà a reggere il full length, vista la scioltezza con cui padroneggiano l'arte di mescolare le carte e di conseguenza non risultare scontati, scongiurando cali d'attenzione a suon di psichedelia/shoegaze/post rock alleggeriti dal britpop ma attraversati anche da un'inaspettata vena west coast – vedi “Ebony” (vero è che oggi se non ci metti un po' di Morricone non sei nessuno. Comunque qui ci sta bene). Suonando freschi e meditativi allo stesso tempo, confezionano pezzi per tutte le stagioni e tutti gli umori - “Ocean”, per esempio, col suo scivolare fra il malinconico e il gioioso senza mai perdere la misura – e non è un talento da poco.

---
La recensione Embryo di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2016-03-04 10:05:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia