Il Babau & i maledetti cretini Dio Dio mio, che cosa abbiamo fatto 2004 - Rock, Progressive, Indie

Dio Dio mio, che cosa abbiamo fatto precedente precedente

Questi quattro figuri, che si raggruppano sotto un nome quantomeno insolito, provengono da Milano e suonano una musica che essi stessi definiscono come «rock regressivo e musica da cameretta». Di certo non manca loro l’auto-ironia e questo è di per sé un buon segno in quanto dimostra una percezione di sé molto equilibrata e obiettiva. Il termine ‘rock regressivo’ è infatti un simpatico modo per riflettere sul fatto che affrontare il rock progressivo a distanza di trent’anni è un processo più attinente alla nostalgia che alla ricerca artistica.

In effetti, Il Babau altro non fa che abbandonarsi a una riproposta del campionario tipico del genere, dalle atmosfere di Canterbury (“Antro” strizza l’occhio a Wyatt), al piglio surreale dei Gong, da una citazione dei Tortoise (“I maledetti cretini”) a una generale rivisitazione dei vari gruppi italiani (Banco, PFM…) Il grado innovativo è praticamente nullo e di certo servirebbero mezzi tecnici molto più sofisticati, ma tutto sommato i fan sfegatati del prog troveranno sicuramente qualche spunto interessante in questo cd.

---
La recensione Dio Dio mio, che cosa abbiamo fatto di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2004-09-09 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO