26/04/2016

Ve li ricordate i cosiddetti giochi punta&clicca, videogiochi che andavano molti in voga tra la fine degli anni '90 e l'inizio degli anni '00? Sostanzialmente si trattava di una serie di quadri, ricolmi di particolari, in cui il giocatore, attraverso il proprio mouse, doveva scoprire indizi, scovare oggetti e interagire con le persone. Erano giochi statici e un po' algidi ma avevano un grande fascino, soprattutto perché si potevano leggere, per così dire, come libri animati. E di questa elegante staticità è ricolmo l'ep degli Alley, "Negative", seconda tappa di una trilogia dedicata ad una misteriosa donna pilota di aeroplani. E di mistero, sempre un po' fermo sulle gambe e mai dotato di una grande dose di groove, si parla e si suona nei cinque brani che compongono "Negative".
Tra le note positive c'è la cura nei suoni, una specie di lavoro di bulino che ci consegna pezzi dall'atmosfera sexy e dondolante: uno su tutti, il pezzo forse più bello, ovvero "Kind of Woman" con tanto di sax che parte un po' all'improvviso e ci fa immediatamente inspessire le spalline nelle nostre giacche, allungare i capelli e assumere la voce suadente di Bryan Ferry. Purtroppo però non tutta funziona in maniera così perfetta e spesso ci si accorge di come questa staticità, alla lunga, sia deleteria: sto pensando al primo brano, "Nazca" (titolo bellissimo), un'apertura un po' in sordina e meno elegante del resto. Quindi a conti fatti un grande pezzo su cinque, qualche passaggio a vuoto e una buona personalità per la band di Mantova. A questo punto attendiamo la prova dell'ultima parte della trilogia firmata dagli Alley: si libreranno definitivamente nei cieli oppure si schianteranno al suolo? 

---
La recensione Alley - Recensione - Negative EP di Mattia Nesto è apparsa su Rockit.it il 21/08/2019

Tracklist

00:00
 
00:00

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati