< PRECEDENTE <
album Baila con migo - Milton

Milton

Baila con migo

2004 - Hardcore, Nu-Metal

RECENSIONE
21/09/2004 di Marcello Berlich

Domanda: vi trovate tra le mani un disco a nome Milton, intitolato "Baila con migo". A cosa, ma soprattutto a CHI pensate prima di tutto?

Non so voi; io ho avuto un brivido di ribrezzo non appena mi si è parata davanti la faccia di quel 'simpaticone' che ogni tanto insegna balli sudamericani da Costanzo...

Però. Però, sulla copertina molto 'dark' campeggia una leggiadra fanciulla, quindi viene da pensare piuttosto allo scherzo di un gruppo gothic un tantino buontempone (il che di per sé sarebbe già una gran novità).

Inserito il cd, nulla di tutto questo: chitarre sferraglianti, urla incazzate basso tamburrelante, batteria notevolmente pestata.

Insomma, l'hardcore di oggi con tutti i suoi crismi, inclusa una produzione ninete affatto male, che evoca sonorità nu metal.

Un pizzico di sperimentazione: una spruzzata di funky in 'Electric Bambolina', la voce filtrata di 'So pure' che dà l'idea di cosa potrebbero fare gli Eiffel 65 se una volta tanto sfogassero i propri istinti fin troppo repressi.

I riferimenti sono i soliti: i 'padrini del genere', Fugazi & Co, da un lato, le decine di gruppi che attualmente saturano il panorama americano dall'altro: Hundred Reason, Rival Schools... con l'unica differenza è che i Milton sono italianissimi (Milano e dintorni) e hanno una discreta esperienza (nascono dalle ceneri di un paio di gruppi preesistenti), e si sente: nei 4 brani le differenze coi pari d'oltreoceano sono ben poche. E' gradito un seguito.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >