21/07/2016

L’estate ha bisogno di dischi così: freschi, ballabili e amorevolmente pop. Giacomo Tebaldi e Luca Rizzo, ovvero NI NA, realizzano il loro primo album con la voglia evidente di conquistarci tutti durante la bella stagione, con mosse sintetiche che sposano l’elettronica agli strumenti, con pezzi che spingono al movimento, confezionando un disco che naviga tra la dance, i ritmi del sole che gira intorno e innumerevoli toni d’azzurro che s’adattano a ogni cielo.

Dall’attitudine french touch di “SandMan” che galleggia eterea tra i suoi effetti, al synthpop gioioso di “Memory”, passando per i bassi dominanti di “Submarine” che affondano nella new wave, questo lavoro esprime le molteplici inclinazioni del duo, imprescindibili dalla dancefloor ma ricchi di sfumature nei passi che là conducono. Belle “Amy” e “True Romance”, con i featuring rispettivamente di Naïf Hérin e Clelia Antolini, due potenziali hit radiofoniche tra i tramonti d’agosto, il desiderio di innamorarsi mille volte e i piedi che non vogliono mai fermarsi; chiusura affidata a una sorta di divertissement tra house e beat acidi in onore del “Cheesecake”.

Questo disco contiene gli elementi necessari per pensare, far festa, sciogliersi al caldo e gettarsi in pista: d’estate, cosa possiamo volere di più?

---
La recensione NI NA (New Idea No Artist) - Recensione - Only Ghosts di margherita g. di fiore è apparsa su Rockit.it il 20/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati