Tirrenian Today • Odaiba • Fernweh • Then 2016 - Pop

Disco in evidenzaToday • Odaiba • Fernweh • Then precedente precedente

Il piacere antico dell'estate in città

Domenica, tre del pomeriggio, agosto, città. Lontano dal mare dove sembrano essere scappati tutti tranne te, dalla finestra aperta caldo cementificato e silenzio postatomico. Ventilatore e film in bianco e nero alla televisione. Sentire una musica, una musica come quella di Tirrenian - un nome d'arte, una storia - e sentirsi come in uno di quei film: dove le città erano vuote davvero, per chiamarsi si poteva suonare il clacson sotto casa, d'estate nascevano amori poveri ma belli e quando scendeva la sera ci si ritrovava a guardarsi e a ballare le musiche abbracciati, le musiche che se le senti adesso, magari in un pomeriggio di agosto con il ventilatore e un film in bianco e nero alla televisione, ti fanno venire la nostalgia di tempi che non hai vissuto e di posti che non hai visto, luoghi e anni che con quella voce che sussurra sognante, quei fiati di jazz nazionalpopolare, i colori desaturati, sembrano la cosa più bella che puoi anche solo immaginare, anche solo per dieci minuti, solo per i dieci minuti di durata totale di questi quattro fotogrammi in cui il dreampop incontra Bruno Martino. I tedeschi la chiamano "Fernweh": un'intraducibile "nostalgia di paesi lontani" che canzoni così ci fanno forse non capire, sicuramente sentire.

---
La recensione Today • Odaiba • Fernweh • Then di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2016-08-04 10:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia