Moseek Gold People 2016 - Rock, Pop, Elettronica

Gold People precedente precedente

“Gold People” è un disco per l’estate e per i fan, allegro e rinfrescante in giorni torridi.

È estate e fa caldo già dal mattino. E allora che altro fare se non buttarsi in spiaggia tutta la giornata, tra l’ombra di un ombrellone, la sabbia e il sale sulla pelle che si asciugano al sole, una partita a beach volley e concludere con una birra davanti al tramonto?
Ci sono dischi che possono essere colonne sonore dell’estate e di queste giornate, e “Gold People” dei Moseek è proprio uno di quelli, all’insegna di pop ritmato ed elettronico, di ritornelli orecchiabili e suoni dolcemente allegri, estivi e rinfrescanti. Forse non a caso il disco è uscito a maggio e non a caso il singolo “Venice and Paris” è stato inserito nella compilation “Hit mania dance estate” di quest’anno.

“Gold People” è stato presentato dal trio romano, noto ai più per la partecipazione a X-Factor 9, come un disco dedicato a tutti quelli che li hanno sostenuti finora, alle “persone d’oro” che stanno dietro questo primo lavoro: amici, fan, parenti, perché un disco non è fatto solo dai musicisti, è fatto anche del sostegno di chi sta intorno ai musicisti, li stimola e li motiva ad andare avanti. E regalare un disco a queste “persone d’oro” è un gran bel regalo.

A parte il singolo “Venice and Paris” già citato, anche gli altri brani sarebbero potuti essere degli ottimi singoli: “Tiger Tiger”, ma anche “Starship Troopers”, che procede con un ritmo cadenzato e coinvolgente o “So Sad”, che nonostante tutto è vento fresco sul viso che rinfresca nel caldo torrido e, a mio avviso, uno dei migliori e più originali di tutto il lavoro, insieme all’ultima “Heron”, il brano da ascoltare al tramonto per concludere la giornata.
Insomma, l’intento è chiaro: regalare un disco per l’estate da ascoltare in ogni situazione e, soprattutto, che sia ben fatto e non il solito tormentone fine a se stesso e dimenticato dopo un mese. E i Moseek hanno tutti gli strumenti per fare strada.

---
La recensione Gold People di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2016-08-01 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • gianluca89nl 3 anni Rispondi

    Album molto bello, loro sono davvero qualcosa di nuovo e originale, avrebbero bisogno di passare in radio e avere comunque maggior visibilità, non proporli al grande pubblico sarebbe uno spreco.