24/10/2016

La Maiella (o Majella che dir si voglia) è un massiccio montuoso abruzzese, dal mio paese si vede molto bene e guardarlo ha un che di evocativo e misterioso: la cosa strana è che ti mette in soggezione e ti consola allo stesso tempo. Gaetano Cappella, in queste due lunghe tracce che insieme superano i venti minuti, riesce a esprimere questa duplice sensazione attraverso un sound ambient e dilatato, fatto di chitarra, field recording e continue suggestioni in loop.

Questo esperimento sonoro, lungi dall’essere un ascolto semplice e diretto, è un complesso tentativo di unire la macchina e l’uomo, la natura e gli artifici, scivolando in ciò che sembra il sottofondo di un sogno, l’esecuzione in musica di un pensiero lontanissimo dalla realtà. Il risultato è un percorso fluido ma non privo di spigoli, con passaggi scorrevoli e punte più acide, da ascoltare magari accompagnato da immagini o memorie. Se poi siete in zona, basta affacciarsi alla finestra, e osservare i colori e le magie della montagna.

---
La recensione gaetano cappella - Recensione - MAIELLA di margherita g. di fiore è apparsa su Rockit.it il 20/07/2019

Tracklist

00:00
 
00:00

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati