09/01/2017

Un'autentica rifondazione per regalare rinnovata linfa alle proprie idee musicali: Hazan è a un nuovo inizio, spinto dalla sfida di approcciare generi musicali distanti da quanto suonato in precedenza. Con queste motivazioni viene alla luce “Kaiserpanorama”, ep autoprodotto dal gruppo lombardo.
Musica da power trio attraverso cui traspare il più recente passato: il sound di Hazan è impattante senza rinunciare all'aspetto melodico, quasi decadente in alcuni passaggi che ricordano da vicino il post-rock; la perfetta espressione di tali prospettive è “Visionario”, un brano che si metabolizza con piacere fin dal primo ascolto e ricorda il respiro internazionale di Franz Ferdinand e Black Keys.
Su una distanza così esigua come cinque pezzi, è difficile creare un giudizio organico: oltre la traccia precedentemente analizzata, c'è tanta coerenza che sfocia nella ridondanza, ma non è assolutamente colpa della band. Hazan evade senza grosse cadute di stile l'annosa prova dell'esordio: adesso c'è bisogno di ampliare il discorso, magari sperimentare qualcosa di ancora più personale per dimostrare, definitivamente, di che pasta è fatto questo trio.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati