Nessuna Fottuta Regola (NFR) N.F.R. 1996 - Rock

precedente precedente

Potremmo definirlo un album di protesta, di affermazione della propria identita', senza partiti o fazioni, e di esaltazione delle idee che ognuno di noi ha nella propria testa.

Sono 2 ragazze molto carine (Camillo sei un viscido! ndPons) e un ragazzo (Virus) che si definiscono punk e skin-head, che vanno decisi contro la mondanita' e le mode ed esprimono la propria voglia di riscatto da questa societa' attraverso i segnali non violenti della musica.

Le canzoni sono belle (soprattutto "La citta' brucia" e "Alternativi"), la tecnica di esecuzione discreta, la registrazione buona (anche se in presa diretta).

Il genere musicale e' punk, elaborato con belle ritmiche di basso e cori di varia natura, purtroppo non eccessivamente vario (come tutto il punk del resto), ma di notevole impatto e di buona fattura.

---
La recensione N.F.R. di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 1998-11-21 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia