< PRECEDENTE <
RECENSIONE
15/11/2016

"Tre minuti di sbagli" per dieci tracce che convincono. L'album d’esordio della cantautrice, compositrice e busker lombarda Pellegatta c'è. Si tratta di un lavoro dal sound semplice e fresco che spazia dal pop al folk senza difficoltà. Le canzoni composte molto probabilmente on the road sono caratterizzate da testi diretti e mai banali.

Il quotidiano, la gente comune e i sentimenti: sono queste le tematiche più affrontate da questa artista in erba ma con buone capacità di coinvolgimento, nonostante di tanto in tanto alcuni versi restino nell'ambito della maniera, mai così originali da distinguersi ("Mi sono persa con te a guardare le nuvole / mi sono persa eppure sto meglio / oggi vado via in un pallido sole troppo grandi / le mie ali per nascondermi dietro di te").
"Troppi chilometri, troppi ricordi, troppi sbagli" che convergono in queste canzoni che molto spesso ricordano una prima Levante, quando urlava nel brano "Alfonso". Ma quella di Pellegatta non è una vita di merda, anzi, i testi sono spesso intrisi di ottimismo e leggerezza. Fermo restando che si tratta di un'artista giovane e con ancora molto da sperimentare si tratta di un bell'album d'esordio da sentire al mattino e migliorare l'umore.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >