Contrò s/t 2004 - Sperimentale, Rock

precedente precedente

Secondo demo “ufficiale” per i Contrò. Si danno da fare e sono giovanissimi. Quattro ragazzi appena ventenni che definiscono la loro musica “rock non convenzionale” (!). Un demo composto da nove canzoni diverse tra loro che si dividono tra introspezioni solitarie e sguardi sul mondo.

“Janet”, storia di una prostituta cubana, apre il demo con l’andamento tipico della canzone folk. Testo a tratti ispirato, costruzione che ricalca troppo facilmente certe cose dei Modena City Ramblers o più in generale delle canzoni di protesta di ultima generazione. Si prosegue con l’incedere lento di “Ci sono i fantasmi”, storia d’amore finito che esplode rabbiosa nel ritornello. “Anima” si lascia saltare agevolmente, mentre “L’immaginario”, a dispetto di un testo un po’ banale, cattura per la sinuosità della melodia. “La tua immagine”, centro esatto del demo, si muove su un riff ossessivo di chitarra ed è il brano più bello. Dolci parole d’amore in gran parte recitate, con la voce roca e a tratti spezzata che ben trasmette l’emozione di chi l’ha scritta. Assolutamente inutile “Tonight” (pronuncia inglese da dimenticare), mentre spuntano gli Smiths nella tirata e ispirata “La vicina Lucy”, (astratta vicinità lecca le mie ferite). Degli ultimi due brani, “L’Umbria” e “Jack”, se ne potrebbe anche fare a meno.

In generale la giovane età della band e la conseguente poca esperienza ha la meglio sul tutto. Anche la voce acerba di Daniele Nicolini deve trovare personalità e maggiore definizione. Manca quel pizzico di originalità (per non parlare di intuito geniale) che fa la differenza nel marasma di autoproduzioni. Ma quello che al momento è il loro punto debole (l’età) può diventare il punto di forza. Perché crescere è un istinto naturale. Basta avere l’umiltà di guardarsi intorno e studiare.

---
La recensione s/t di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2005-01-07 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia