< PRECEDENTE <
album Falbo - Fausto Balbo

Fausto Balbo

Falbo

Snowdonia / Audioglobe 2005 - Lo-Fi, Sperimentale, Elettronico, Alternativo

RECENSIONE
10/01/2005 di Jack Nessuno

Generalmente tutti i dischi Snowdonia condividono un certo feeling surreale, grottesco e deviato che, in ultima analisi, rappresenta il leitmotiv dell’etichetta messinese. Tuttavia questo sentimento viene espresso in modi molto diversi. Abbiamo infatti, da un lato, i gruppi che prediligono un formato pop-melodico (Maisie, Dontcareful, Plozzer, ecc.) dall’altro musicisti che preferiscono un approccio strumentale-sperimentale (St.Ride, Le forbici di Manitù, Tottemo Godzilla Riders, ecc.). Fausto Balbo appartiene a questa seconda categoria e, a quattro anni dall’esordio “Zero”, pubblica ora “Falbo”, un cd di 70 minuti contenente elucubrazioni varie ed eventuali agli strumenti elettronici.

Difficile descrivere questo disco. Gli ambiti che tocca sono diversi e abbracciano l’elettronica di ricerca, i collage sonori alla Residents, la musica elettroacustica, il glitch, la classica d’avanguardia. Fondamentalmente non è neanche un brutto disco e per certi versi esprime bene una certa angoscia ballardiana sull’inquietudine latente nei quartieri residenziali delle nostre città. Però lo fa in modo troppo pesante.

Noto una certa affinità tra dischi come questo e le ultime cartucce sparate da gruppi come Yes e King Crimson negli anni ’70. Allora dominava il virtuosismo gratuito, la pomposità, la cerebralità, la pretenziosità… caratteristiche che si ritrovano in un certo senso anche nella musica di Fausto Balbo. Al posto dei tecnicismi ci sono le divagazioni elettroniche, al posto delle tastiere ci sono i campionatori, ma la stanchezza che si respira è la stessa. Ripeto, nel suo ambito è anche un disco interessante, il problema è che molta gente, come me, non aspetta altro che una nuova onda che si porti via tutto il post-rock di questo mondo, esattamente come nei ’70 il progressive fu spazzato via dal punk.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >