Tiger! Shit! Tiger! Tiger! Corners 2016 - Rock, Indie

Disco in evidenzaCorners precedente precedente

Non spostano di una virgola quanto detto di loro in passato, ma anzi arricchiscono oltremodo un bagaglio musicale divenuto puro, concreto e riconoscibile

Terzo album in studio per i Tiger!Shit!Tiger!Tiger!, trio di Foligno che dopo il discreto successo di critica e pubblico ottenuto con "Forever Young", decide di puntare ancora sulla formula vincente già sperimentata: un indie-rock che guarda oltreoceano, la conferma dell'impianto lo-fi a loro tanto caro e una consapevolezza dei propri mezzi che senza dubbio rende "Corners" il disco della maturità e della consacrazione.

Dopo aver girato in lungo e in largo e dopo aver calcato palchi importantissimi come il SXSW di Austin in Florida (al quale parteciperanno anche quest'anno), i TSTT inaugurano il loro 2017 con undici tracce che non spostano di una virgola quanto di buono era stato detto in passato di loro, anzi, arricchiscono oltremodo un bagaglio musicale che ormai è divenuto puro, concreto, riconoscibile. Un repertorio ricco di distorsioni e influenze tra le più svariate: ritroviamo le sonorità intense dei Sonic Youth, la patina violenta dei No Age e le cavalcate incalzanti e rabbiose dei Cloud Nothings. Il tutto condensato e sintetizzato in un disco diretto, dove non ci sono più brani eccesivamente lunghi ma dove si punta allo scheletro, a ciò che è essenziale.
Nascono così pezzi come "Weird Times" e "Sacramento", nuove gemme preziose da inserire in scaletta e tutte rigorosamente registrate in presa diretta, per non snaturare l'atmosfera e la carta d'identità di una band che ha bisogno di far respirare il sudore, il rumore delle distorsioni e dei piatti della batteria. "Higland Park" e "Teen Fever" rasentano la perfezione e sono delle potenziali bombe radiofoniche in attesa di esplodere. "Holidays" ha tratti più oscuri, più malinconici, ma ugualmente importanti, così come quelli più intimisti che caratterizzano "Girls.

"Corners" è un disco importante per la carriera dei TSTT, sicuramente non si tratta di una svolta a livello musicale, ma di una conferma concreta di un percorso già intrapreso e che si va perfezionando. Il trio riesce a dare un'impronta personale ai pezzi e a modellarli a propria immagine e somiglianza, una capacità che appartiene solo alle grandi band.

 

 

---
La recensione Corners di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2017-02-11 09:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • milo.vindigni 4 anni Rispondi

    Sto ascoltando sembra molto interessante.