02/03/2017

L'ultimodeimieicani è un progetto musicale nato a Genova nel 2014 dall'unione di cinque zueni ("giovani", dal dialetto genovese): Lorenzo, Stefano, Rachid, Beniamino e Pietro.

Amici di vecchia data si sono quindi uniti a nuovi arrivati e hanno iniziato a fare musica cercando di crearsi un varco nel grande universo della giungla indie. "In moto senza casco" è il loro primo lavoro e Lorenzo, il cantante, spiega il perché di questo titolo: “È nato da un'immagine: quando vai in moto senza casco hai una visuale sulle cose a 360°, che invece, quando lo indossi, non hai. Ecco, qui c'è tutta la nostra libertà”.

Musicalmente vicini tanto ai Perturbazione quanto agli ultimi Nadar Solo (e, in alcuni tratti, anche agli Zen Circus), non si risparmiano quando devono descrivere, con disincantata schiettezza, i disagi sociali che stiamo vivendo se non in prima, forse in seconda o magari in terza persona (“Teo”). Si tratta, infatti, di brevi storie tra i 3 e i 4 minuti che raccontano scene di vita quotidiana, riflessioni personali sulla politica (“10 euro e 15cent”) e sulle difficoltà nell'affrontare e prendere delle decisioni, in un crescendo di rabbia e amara accettazione di cambiamenti che non avvengono (“Non ho un lavoro che mi permetta di ridere, non ho uno stipendio che mi permetta di ridere” da “Il nostro tempo”), ma che esprimono anche un forte desiderio e una gran voglia di dare una scossa a questa situazione di stallo che sembra non finire mai.

Insomma, nonostante si sappia che la giungla sia un posto meraviglioso ma al tempo stesso non facile da attraversare, l'inizio ci pare decisamente promettente.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati