< PRECEDENTE <
RECENSIONE
11/05/2017

Come una bizzarra Mary Poppins in abiti maschili, il buon Luca Madonia svolazza nel bel mezzo di un cosmo stellato aggrappato al suo ombrello volante, come a volerci veicolare, fin dall’immagine di copertina, uno stato d’animo carico di leggerezza e trasognante serenità, di consolidata pace interiore e di rassicurante armistizio col mondo intero.
Già, sarà perché forse la vita comincia a 60 anni (come qualcuno vorrebbe ancora farci credere) oppure perché dopo 35 anni di onorata carriera il tempo devi comunque saperlo prendere per il verso giusto, soprattutto se vuoi comporre (belle) canzoni; fatto sta che l’ex cantante dei Denovo ci regala un disincantato concept intimista dedicato alla connotazione più benevola e consolatoria del tempo: sul piatto dieci prelibatezze di morbido pop cantautoriale sapientemente cucinate dal musicista catanese per esortarci a farci amiche le lancette dei nostri orologi, con la consueta classe di sempre e quel suo riconoscibilissimo timbro vocale che ha caratterizzato la declinazione più raffinata della new wave italiana.

Anche per merito della misurata produzione artistica di Denis Marino (polistrumentista e arrangiatore di Carmen Consoli, tra gli altri) e di una funzionale cornice elettronica, defilata ma vivace – refuso, pare, di ascolti massicci di Bruno Mars e Pharrell Williams – “Il tempo è dalla mia parte” scivola via piacevolmente come un vero e proprio inno all’ottimismo: una manciata di canzoni che della grazia stilistica dei Denovo fanno provvidenzialmente tesoro (“La vita come viene”, “Non ho più fretta”, “Mai cresciuti”) – e non poteva essere altrimenti – in quella loro miscela di garbo acustico, sensibilità melodica made in England (la beatlesiana “Ci sei anche tu”) e vellutata malinconia.

A due anni di distanza da “La monotonia dei giorni” Luca Madonia cambia dunque prospettiva d’osservazione e si accomoda musicalmente nella terra di mezzo tra tradizione e modernità per dispensarci al meglio la sua filosofia di vita: riappropriamoci una volta per tutte delle nostre vite e trasciniamo il tempo dalla nostra parte. E come dargli torto? In fondo lo dicevano anche gli Stones, no?

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti