Zeroin Sophisticated 2004 - Industrial

precedente precedente

Zeroin è un progetto che prende forma nel 2000 come luogo di intersezione e sintesi coerente tra sonorità tipicamente elettro-dark-industrial. Dopo una gestazione di quattro anni, ecco "Sophisticated", tentativo molto ben riuscito di recupero/riformulazione dell’estetica tooliana, di cui vengono riprese alcune costanti stilistiche quali il privilegiamento di strutture progressive, l’inserimento di controtempi inaspettati, i riff duri e taglienti, le digressioni psichedeliche. Numerosi gli spunti tratti da Misery Loves Co, Nine Inch Nails, Ministry. Tensione emotiva, violenza raffinata, intelligenza e poesia. Le doti tecniche sono all’altezza della situazione e questa sembrerebbe di per sé una condizione sufficiente per poter cantar vittoria. Ma così non è, e infatti gli Zeroin ci dimostrano il contrario, l’importanza fondamentale del contenuto, la fecondità della mente ostinata che non si accontenta e continua a scavare nel sottosuolo inesplorato.

Il lato originale di questo lavoro lo si può cogliere anche individuando tutta una serie di rimandi al simbolismo caratteristico della produzione cinematografica di autori quali Lynch, Kubrick, Cronemberg. Temi ricorrenti affrontati nei testi sono infatti l’eterno duello tra istinto e razionalità ospitato in ogni uomo come nell’intero sistema sociale, il dolore che ogni tentativo di negazione della dignità umana alimenta, l’allucinazione come luogo di incontro tra finzione e realtà, un certo stile grottesco che suscita amare risate.

Materia prima di ottima qualità, occhio a non darla in pasto alle gazze ladre.

---
La recensione Sophisticated di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2005-02-15 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia