27/04/2017

Be A Bear in realtà all'anagrafe è Filippo Zironi, un orso (come ama definirsi) bolognese a cui piace pasticciare con la musica elettronica. Dopo il primo album "Push-e-bah" dell'anno scorso, è tornato con "Time", un ep di quattro tracce a metà tra ambient, pop e electro-rock.

Quattro gradevoli tracce per ballare su sintetizzatori su di giri dal sapore vagamente retrò. Le psichedelie, i cori misteriosi e il ritmo ossessivo della title track aprono le danze, seguiti da "Wine Or Beer", brano più rock dell'intero lavoro che esplode in un tripudio di synth che strizza l'occhio agli anni '80. Con "Wake Up!" si passa a sonorità più ambient e distese, decorate con voci indistinte in sottofondo. "My Everest" pone fine alla festa con il suo beat martellante e con il rumore del mare che chiude definitivamente il cerchio.

Un incrocio tra rock, musica elettronica, suoni della natura e un pizzico di rumorismo. Rilassante ma ballabile, entra in testa in loop facilmente e sarà difficile toglierselo dalla mente. Luminoso, estivo, fresco. Qualcosa di anomalo e allegro che porta via un po' della cupezza di questo periodo storico tormentato. Un cocktail musicale adatto per chi vuole distrarsi e staccare un attimo dal grigiore quotidiano.

Non sappiamo se Pharrell Williams o Brian Eno ti chiameranno mai, caro Be A Bear. Per ora ci hai fatto divertire e rimaniamo in attesa di scoprire cos'altro hai in serbo per noi.

Tracklist

00:00
 
00:00

Commenti (1)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati