09/10/2017

Dalla prima nota di “World” scappa un sorriso, non tanto per il tema trattato, ma perché è la dimostrazione che la nostra produzione reggae non si smentisce mai. Anche i Patois Brother sin dal primo attimo del loro nuovo album "Wise & Wild" fanno capire che ci troviamo davanti ad un ottimo prodotto di reggae nostrano che ha le gambe e gli attributi per sfondare fuori dallo stivaletto.

"Wise & Wild" ha uno stile vintage che si rifà al roots ma traccia dopo traccia i Patois Brother inseriscono influenze diverse, alcune prettamente legate al genere altre prese da sonorità più distanti. Ne risulta un disco armonico, fedele e pieno di bei messaggi. Come scritto poco fa "Wise & Wild" si apre con “World” brano in cui siamo alle prese con le contraddizioni del mondo moderno e una melodia da spiaggia caraibica, che ritroveremo poi in "Chat-Chat Men". La title track ha un andamento dolce e molto classico e ci rammenta, indipendentemente da tutto e tutti, di ricordarci da dove veniamo e chi siamo. Ma il messaggio arriva ancora più forte in "Life Learning": ricordati da dove vieni e che valori hai, che insegnamenti hai ricevuto nella tua vita. Tienili stretti e portateli sempre con te. Per dirci tutto questo i Patois Brother hanno chiamato addirittura Max Romeo, e insieme danno vita ad una melodia dolcissima. Mentre in "Switch Off Babylon" voce e vocoder creano un clima di protesta, protesta contro l'informazione con l'invito di spegnere le televisioni e a smettere di credere a tutto quello che ci fanno vedere.

Non siamo di fronte ad un album di reggae politico come se ne sentono molti ultimamente, ma a tematiche profonde e ad un profondo rispetto per il genere musicale in tutte le sue forme. I Patois Brother rischiano di fare carriera se vanno avanti cosi.

 

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati