14/07/2017

Ci è voluto un po' di tempo prima che mi tornasse alla mente Massimiliano D’Alessandro, cantante e chitarrista salernitano che partecipò alla nona edizione di X Factor, nella categoria “Over” di Elio. Un percorso televisivo corto, Massimiliano fu infatti il primo concorrente a lasciare il talent musicale di Sky. Archiviata questa esperienza, si è diviso tra performance live e studio di registrazione e successivamente, con il nome d’arte MaxDale, ha pubblicato il suo primo lavoro discografico dal titolo “A bassa voce”, per Casa Lavica.

L’album contiene sette brani inediti, di cui tre tracce in inglese, e un remix. La pubblicazione è stata anticipata del singolo “Melody”, in collaborazione con Alessio Iodice degli Urban Strangers, brano per lo più elettronico dal ritornello catchy. La prima traccia “Before Sunrise” sorprende, forse perché l'idea era quella di ritrovare la chitarra e il sound presentato al talent. Invece, troviamo testi in inglese, elettronica, rock e ritornelli da cantare, non mancano però momenti più lenti e riflessivi. La title track è la più emblematica, rivela il carattere introverso del cantautore e la sua voglia di vivere la musica: “A bassa voce grido forte, mi accompagna la musica se fa freddo la notte.”
In “Favola stonata” viene descritta l’esperienza televisiva, mentre in “Tutto può cambiare” il tema centrale è la speranza e la voglia di non rassegnarsi, una ballad in cui tutti si possono rispecchiare con il proprio vissuto.
Sonorità coinvolgenti, soprattutto nelle tracce in inglese, per un buon primo lavoro, che dimostra come se la personalità c'è, prima o poi emerge, talent o non talent.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati