Margine [Lombardia] Margine 1999 - Indie

precedente precedente

I milanesi Margine ci fanno pervenire il loro terzo demo, contenente 5 brani cantati in italiano nella classica formazione rock 2chitarre-voce-sezione ritmica. Quest'ultima, alla luce degli ascolti effettuati, compie più che degnamente il proprio compito, così come le due chitarre, anche se i suoni non sono certo memorabili (a volte sembra di sentire dei preset di fabbrica di qualche pedaliera anni '80).

"Perla" richiama inizialmente atmosfere dei primi Litfiba, e si conclude con una nenia 'à la Ferretti', salvata da un bel giro di pianoforte; "Fastidio", la penultima, ha il pregio di sintetizzare già nel titolo la sensazione offerta dal cantato, vero e proprio Tallone d'Achille dell'opera dei ragazzi. Infatti, se da una parte i pezzi sono studiati e preparati, dall'altra le melodie non si imprimono mai nella memoria, tanto da suscitare 'solo' una generale sensazione di anonimato - cui va aggiunta l'aggravante di alcune piccole stonature della voce. Perciò, se è più che lecito lasciare su versioni definitive delle sbavature - ci sono cantanti che proprio su certi contrasti hanno fatto la propria fortuna - è altrettanto lecito affermare che nel lavoro dei Margine si sentono in maniera evidente delle indecisioni, delle lampanti forzature nel cantato.

Non me ne vogliano quindi ragazzi se consiglio loro di passare il microfono a un vocalist ben più dotato e di maggior spessore, lasciando all'attuale cantante il non tanto ingrato compito di concentrarsi esclusivamente sulle tastiere.

---
La recensione Margine di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-02-09 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia