11/01/2018

Ridurre questo disco dei Mudsand all'universo rock'n'roll sarebbe riduttivo, perché "Miles and Miles" è un connubio di generi, influenze, che molto devono alla ricerca avviata nei '90.
Il disco è composto da 12 brani ed è pazzesco come in ogniuno di questi si passi da melodie crepuscolari fino al jazz delle grandi orchestre anni '70. 
L'album si apre con l'omonima "Miles and Miles", che si destreggia tra ska e indie-rock. Si prosegue con le ballate "Hot Night" e "The Light of Foolishness", entrambe si muovono tra sonorità pop e melodie romantiche.
La seconda parte del disco si apre con "Stupid Ideals", il brano ricalca a pieno la cifra stilista dei Mudsand: cambi di ritmo e di melodia mai repentini ma ben definiti. Questo "trucchetto" fa si che l'ascoltatore non perda mai l'attenzione su ciò che sta sentendo e rimanga ben attento e curioso di capire ciò che arriverà dopo. "Fuckin' Brains" e "Bright Star" chiudono il disco, tra ricordi blues e arrangiamenti di fiati, ma ascoltandole sembra di trovarsi di fronte a un tramonto negli sconfinati deserti del Nevada.

"Miles and Miles" è un disco impegnativo, lungo e ambizioso ma non annoia e anzi stupisce la coerenza con cui i dodici brani si incastrino perfettamente l'uno con l'altro. I Mudsand sono una band composta da musicisti d'esperienza, e all'ascolto si percepisce. 

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati