< PRECEDENTE <
album Nessun Risveglio - Hastenia

recensione Hastenia Nessun Risveglio

Edgar Music 2005 - Rock, Crossover

RECENSIONE
30/10/2005

Se stessimo parlando di un film, questo lavoro verrebbe senz’altro etichettato come “di genere”. Senza specificare ulteriormente quale sia il genere in questione, semplicemente per indicare che possiede tutte quelle caratteristiche che hanno portato a creare una particolare categoria. Non c’è dubbio, infatti, che questo disco degli Hastènia sia del tutto ascrivibile ad un nu-metal ormai definibile come classico. Il gruppo ha chiaro in testa il modello Linea 77, lo prende in prestito e cerca di personalizzarlo.

Le cinque tracce hanno, tuttavia, un grosso limite: sono molto simili tra loro. Gli Hastènia, infatti, con il primo brano, creano uno stampino che, con lievi variazioni, viene ripetuto nei pezzi successivi: strofe con voce distorta, ritornelli maggiormente metal con intrecci di voci. Sul versante musicale il risultato finale è positivo, con passaggi che restano in testa già dopo un primo ascolto (su tutti il ritornello di "Pelle su di me"), mentre, al contrario, l’abuso di effetti sulla voce principale, dopo qualche pezzo risulta quasi irritante (in questo senso, il punto di non ritorno si raggiunge con la strofa di "Sneck up!"). Da segnalare, in senso opposto, "Dormi", brano che risulta maggiormente compiuto proprio in virtù di un minore ricorso alla distorsione vocale.

Disco, dunque, che riempie abbondantemente sia la colonnina dei pro che quella dei contro: tocca agli Hastènia far muovere la situazione.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >