14/03/2019

"Apocalisse personale" è una morbida altalena tra pop e rock che racconta l'adolescenza e che prova a spiegarla. MS23 (alias Marcello Speziale) ci regala un orecchiabile album in bilico tra generi distanti tra di loro in cui parla di un pezzo della sua vita che potrebbe essere tranquillamente un pezzo della nostra.

L'adolescenza è una vera e propria apocalisse personale in cui non si è più bambini ma non si è ancora adulti e si comincia a costruire un'identità, a testare i propri limiti, a sperimentare nuove emozioni e sensazioni. MS23 ricrea con la musica questa fase della vita di ciascuno di noi e lo fa con un piacevole pop che si sporca di rock e di elettronica, un'elettronica molto vicina agli anni novanta. Il tutto coronato da una voce chiara e limpida che in qualche modo accentua le atmosfere intime dell'album.
"Apocalisse personale" è un lavoro riflessivo, velato di malinconia, alla portata di tutti. Dinamico e a suo modo leggero, questo disco coinvolge l'ascoltatore con la sua versatilità musicale sempre molto graduale e mai dispersiva e con la sua storia, una storia, forse, universale più che personale.

MS23 sembra avere molte idee da sviluppare. Il suo è un album ricco e variopinto, espressione di un qualcosa che il musicista teneva dentro e che voleva comunicare al mondo.
Un lavoro fatto con passione, attenzione e sentimento.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati