18/03/2019

I milanesi Deneb Kaitos si presentano al grande pubblico con "Supernova", album composto da nove tracce scritte e arrangiate interamente dalla band, uscito per Cane Nero Dischi e distribuito da Beatrising

Sin dal primo brano, "Grey Eyes", è chiaro quanto il livello di competenze musicali sia alto. La sezione ritmica, qui rappresentata da basso (Diego Pennati) e batteria (Jacopo Pierazzuoli), traccia un percorso tortuoso, caratterizzato da repentini cambi di tempo, nel quale la voce di Carlotta Limonta riesce ad arrampicarsi con tranquillità, sorprendendoci con le sue abilità tecniche.  Segue "Swing", uno dei brani più interessanti del disco, nel quale il jazz si lascia contaminare dall'elettronica, producendo un sound decisamente intrigante. Il disco procede senza abbassare l'asticella qualitativa fissata dalle prime canzoni, continuando a caratterizzarsi per complessità sonora e ricchezza musicale. La vera perla del disco arriva però a metà strada con "Wow", il miglior brano contenuto all'interno di Supernova. I battiti aumentano, l'elettronica prende il sopravvento e al tutto si aggiunge una buona dose di hip hop, rap e soul, presentandoci una canzone che non sfigurerebbe minimamente in un album di Janelle Monaé. Il consiglio è quello di continuare su questa strada. Un plauso infine alla batteria, che in "Bird" ci regala alcuni dei momenti più godibili dell'intero lavoro, con un assolo finale da pelle d'oca.

Supernova è un disco che funziona sotto ogni punto di vista. Non ci resta che attendere e vedere quale sarà la prossima mossa dei Deneb Kaitos.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati