25/03/2019

L'evoluzione ed i trascorsi nella vita del cantautore Emanuele Sosta vengono condensati nella sua opera d'esordio: il titolo è “Restare in piedi”, per Cromo Music Edizioni.

Un extended play composto da cinque pezzi dalla forte impronta acustica: alla soglia dei trent'anni, la chiave intimista sembra l'approccio più significativo per chi agli esordi della propria carriera era maggiormente orientato al punk ed al rock.

Ne consegue un ascolto piacevole, lento nell'evoluzione e scevro di punti di rottura: Emanuele Sosta apre agli ascoltatori il suo mondo, fatto di sensazioni, insicurezze e vere passioni quotidiane.
Se è vero che la musica è anche terapia verso i propri demoni, il disco “Restare in piedi” rappresenta una robusta sessione tesa ad esorcizzare quanto si ha dentro: va bene così, e ci auspichiamo una consistente crescita musicale (nel mood come nelle tematiche) fissando l'appuntamento alle prossime pubblicazioni discografiche.

---
La recensione Emanuele Sosta - Recensione - Restare in piedi di Giandomenico Piccolo è apparsa su Rockit.it il 20/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati