Figùra Place To Be 2018 - Soul, Hip-Hop, Nu jazz

Disco in evidenzaPlace To Be precedente precedente

Place to be suona come suonerebbe un safe space dell'animo. Aspettiamo un seguito, magari un pochino più personale.

Che in Italia la black music, soprattutto quella fatta di groove hip hop e atmosfere jazz, non goda di ottima salute è fatto noto ai più; già questo, da solo, spiegherebbe abbondantemente il perché un progetto come quello dei Figùra sia non solo ambizioso ma necessario. Ambizioso si dimostra non solo nel tiro e nelle atmosfere, così poco italiane (cit), ma anche nelle collaborazioni tutte ben calibrate: sia quelle internazionali con gli Yancey Boys e la portoghese Maro che con i nostrani Ainè, Throwback e Shona. I riferimenti musicali sono più che chiari: D'Angelo, J Dilla, Thundercat in un neo-soul romantico. "Place to be" suona come suonerebbe un safe space dell'animo. Aspettiamo un seguito, magari un pochino più personale.

---
La recensione Place To Be di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2018-08-28 09:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia