22/03/2019

La title-track, primo pezzo di questo "Jouer et Danser" dice molto, moltissimo, sull'intero disco. Già perché i Dos Duo Onirico Sonoro hanno esattamente la cifra stilistica che pare emergere con forza da questa traccia: ovvero una stratificazione di stili e riferimenti che si amalgano bene tra di loro perché, sopra tutto, governa un ritmo elegante, pettinato e ben governato da suoni freddi sì ma non gelidi, semplicemente chic. Partendo da questo dato di fatto si snodano le altre undici canzoni del gruppo laziale in cui si segnalano, per bellezza di composizione, "Arabic Breath" e "Socuseira", fornendo all'ascoltatore uno spettro sonoro molto variegato.

Allo stesso modo a convincere è anche la scelta di alternare una serie di lingue e linguaggi molto diversi fra di loro. Ciò dona un'imprevedibilità all'intero disco non annoiando mai ma tenendo sempre in serbo qualche piccola/grande sorpresa per l'ascoltatore di turno. Poi certo, come abbiamo sostenuto anche prima, bisogna anche considerare il fatto che l'estrema eleganza con cui l'intero "Jouer et Danser" è stato concepito blocca un po' la possibilità di trovare davvero una sorpresa sconvolgente. Rimane però il fatto che dischi del genere, nel mercato attuale, sono un bel segnale, un segnale che vuole puntare tutto sulla qualità della proposta, piuttosto che sulla quantità o, per meglio dire, sulla temporalità (propongo questo perché ciò va di moda oggi). E si sa, l'eleganza non è che sia una cosa che si può "indossare" solo seguendo lo stile del momento.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati