Pornoriviste Fino alla fine 1999 - Rock, Punk, Pop

Fino alla fine precedente precedente

Sexy Punk. Dall'inizio, fino alla fine. Fino a che ce la si fa. Fino a che non si vomita. Fino a che non cedono le gambe. Fino a che non si piglia una broncopolmonite da tanto si è sudati. Fino alla fine della boccia. Fino alla fine del tocco di ciocco. Fino a che si riesce a non pensarci. Fino a che se ne ha forza e voglia. Fino a che non si è distrutto tutto. Fino a che fottetevi in culo. Porno Riviste. 14 pezzi a mille all'ora. Molto vicini ai Derozer (e ai Pulley e ai Millencolin). Divertentissimi. Scanzonati e scazzati e cazzoni. Belli i ruttazzi che costellano qua e là il ciddì. Belle le melodie. Simpatico abbestia l'insieme. Boh. Per me ci stanno dentro. Se gli Offspring vanno a vincere gli MTV Awards tra grida di punkettini patinati, non vedo perché gente come i Pornoriviste debba restare pressoché sconosciuta. Claro il messaggio? Dani, Tommy, Marco e Rambo il vostro grano se lo meritano e non pigliate scuse, se avete cacciato 37 biglietti da mille per gli Offspring (senza sapere una parola d'inglese ne di cosa sia il punk, ma solo perché ve li hanno fatti entrare nel cervello a furia di video e passaggi tv), beh…adesso datene 24 ai Pornoriviste. Cantano in italiano, sono simpatici, hanno un bel nome e fanno punk sincero. Olè.

---
La recensione Fino alla fine di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 1999-11-30 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia