12/10/2018

Giovane formazione indipendente, attiva da meno di un anno ma pronta, attraverso una fitta attività live, alla prima prova in studio discografico: Le città di K pubblicano “Velluto”, ep d'esordio completamente autoprodotto.
Sonorità synth pop accompagnate da testi in italiano, una miscela, quella elaborata dal trio lombardo, che si rivela efficace specchio dei sentimenti e delle tematiche affrontate dai brani. C'è intimismo, ma soprattutto una delicata capacità di scavare nell'animo e stuzzicare le giuste corde nei timpani dell'ascoltatore. Convince e brilla “Rosso come il Cielo”, sinuosa e forse la più vellutata fra le tracce proposte.
L'abbondante quarto d'ora di durata per questo extended play si archivia con la sensazione di avere fra le mani un buon prodotto, acerbo di gioventù: non è assolutamente un difetto, ma un dato di fatto che può portare ad interessanti sviluppi da far coincidere con una maggiore maturità.

---
La recensione Le Città di K - Recensione - Velluto di Giandomenico Piccolo è apparsa su Rockit.it il 16/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati