Affranti Lontano da qui 2005 - Hardcore

Lontano da qui precedente precedente

Gli Affranti si definiscono 'hardcore punk', anche se la definizione sembra un tantino limitante.

Certo, l'impatto sonoro c'è tutto, con le chitarre che rumoreggiano in abbontanza, mentre basso e batteria battono il ritmo con decisione; ma già il cantato, per il suo frequente esprimersi a ridosso di un recitato vicino a quello di un Clementi (Massimo Volume) dà ai pezzi qualcosa di diverso. Certo, velocità, compattezza e concisione sono la norma, ma l'andatura spesso 'a strappi', con i suoi repentini cambi di ritmo conferisce ai pezzi un che di inaspettato, una lieve patina di imprevedibilità.

Insomma, siamo più vicini a un 'post-hardcore' in stile Fugazi, pur non raggiugendone le vette, che non al punk hardcore tutto 'velocità e rumore' dei Bad Religion.

A ciò si aggiungano dei testi, che pur non fulminanti, riescono ad evitare certe banalizzazioni sociologiche tipiche del genere, concentrandosi piuttosto sui rapporti interpersonali e sull'introspezione.

Da ricordare infine le tre "Vibrazioni", intermezzi all'insegna di recitazione strumenti 'classici'.

---
La recensione Lontano da qui di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2005-05-30 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO