Dario Crisman Oltre 2018 - Sperimentale, Acustico, Classica

Oltre precedente precedente

"Oltre" è pura "rarefazione musicale": troppo fragile per emergere nel frastuono d'oggi, troppo preziosa per non fermarsi ad ascoltarla

"Your soul told me" oltre ad essere un magnifico titolo per una canzone è anche abbastanza evocativo e esplicativo per introdurre (ed anche raccontare) questo "Oltre" di Dario Crisman. Infatti questo pezzo, tra l'altro il nostro preferito dell'intero album, è un'utile cartina di tornasole per comprenderne meglio quali siano le direttrici di quest'ultimo. Già perché ci si para di fronte un'opera abbastanza complessa, fragile e tenue come un acquarello in cui i colori sono quasi indistinguibili se non da un occhio attento. Ora è chiaro che questo grado di attenzione che il disco esige per essere ascoltato a dovere, "porterà fuori" una buona e larga fetta di pubblico. Troppo fragile infatti, nella sua composizione e "costruzione filosofica" per resistere in mezzo all'incessante chiacchiericcio quotidiano. Eppure, se ci si ferma un attimo ad ascoltare, magari partendo proprio dalla prima canzone, ci si accorgerà di come il lavoro dell'artista friulano sia di indubbia qualità. Anzi, lo diciamo senza paura di venire smentiti, è un lavoro prezioso. Un prezioso e lento lavoro di composizione e arrangiamento di pezzi strumentali, che riecheggiano la musica classica ma che non disdegnano qualche incursione nella musica pop. Senza mai strafare, senza mai urlare, senza mai fare l'occhiolino: perché qui, anche i gesti più piccoli, sono cifrati e ragionati. E pazienza se nessuno, o solo pochi, se ne accorgeranno in fondo.

---
La recensione Oltre di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2019-04-02 08:38:50

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia