MalestanteQuarta Parete2018 - Rock, Indie, Crossover

Quarta Pareteprecedenteprecedente

"Quarta parete" è il nuovo lavoro degli emiliani Malestante, un graffiante e riflessivo concentrato di sano, buon rock.

Nuovo capitolo per i Malestante, eclettica band di Reggio Emilia. "Quarta parete" è un concentrato riflessivo di un rock contaminato da spunti blues e da sonorità più ruvide che vuole esplorare il subconscio umano. Il gruppo va a caccia di sentimenti e paure dentro di sé e nelle persone intorno per raccontare una storia a colpi di sano, buon rock. Un rock che viaggia attraverso vari sottogeneri, riuscendo a dare come risultato un lavoro vario ed eterogeneo, che si perde poco in chiacchiere e che va dritto al punto. 

Da pezzi sul crossover come "Sottovuoto" alle forti influenze blues (una presenza costante bene o male durante il corso del disco) di brani come "Tienimi fermo il cuore", dal cupo e mordace grunge di "Uomo ombra" a momenti lunatici a tratti più melodici ma pronti ad esplodere come "Istruzioni di massa": il disco dei Malestante offre un ampio spettro di ogni lato del rock, attingendo da numerose fonti e traendone il meglio senza mai però fare confusione. "Quarta parete" è un lavoro che sa dove andare a parare, deciso, sfrontato e mai dispersivo. Un album concreto, dai ritmi incalzanti che trascina l'ascoltatore dalla prima nota all'ultima e a cui potrebbero approcciarsi anche i non amanti del genere.

Curato nei minimi particolari, "Quarta parete" travolge con il suo rock serrato, mirato a svegliare qualche coscienza. Un mix di impronte musicali e sonorità che trova una propria dimensione che, se pur su di giri, non esagera mai. In un'era sempre più dominata dalla tecnologia i ritorni a una certa attitudine e a un certo modo di fare rock sono sempre graditi.

---
La recensione Quarta Parete di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2019-02-28 09:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autoreavvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussioneInvia