08/03/2019

È il 1994 e i Nine Inch Nails pubblicano “The Downward Spiral”, dopo pochi anni i Prodigy se ne escono con un disco come “The Fat of the Land”. L’ultimo lavoro dei Bright Lights Apart ci porta direttamente in quel periodo di tanto fermento, senza essere una brutta copia dei gruppi sopracitati.

Synth giganti, chitarre distorte e beat potenti racchiusi in un’atmosfera post-apocalittica. “Post Utopia Soundscapes” è un album crudo, nervoso, potente. Dietro una veste elettronica, il gruppo manifesta una forte attitudine punk e heavy, con riff energici e ritmiche serrate.

Una bella botta di adrenalina, tutto da ballare con le mani al cielo, tra urla e sudore.

---
La recensione Bright Lights Apart - Recensione - Post Utopia Soundscapes di Mauro Titanio è apparsa su Rockit.it il 20/08/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati