Membrance Morality's Collapse 2019 - Rock'n'roll, Metal, Death metal

Morality's Collapse precedente precedente

Un'altra dimostrazione che, nell'undeground più profondo e oscuro, una via italiana al metal è possibile.

Già dalla copertina, i veneziani Membrance operano una dichiarazione di intenti classica del metal estremo. Sulla cover del loro nuovo album, “Morality’s Collapse”, figura infatti una specie di parto gore di un mostro tricefalo, che in effetti sembra maschio e forse quello che mi era sembrato un organo partoriente è in realtà un osceno pene con fauci da pianta carnivora, attorniato da ninfette blasfeme.Insomma, il messaggio è chiaro: proseguite a vostro rischio e pericolo. Se i contenuti e le sonorità del death metal fanno per voi, proseguendo troverete un ottimo esempio di quella scena metal italiana che, senza riscontro alcuno da parte del grande pubblico, continua a tenere alta la bandiera del metallo e spesso anche a oltrepassare i confini italiani ed entrare nel circuito del metal internazionale. Growl profondo e gutturale (pur senza mai raggiungere il parossismo del grindcore), riff assassini, un basso pieno e soprattutto dosi abbondanti di groove sono gli elementi del sound dei Membrance, puntellato con inserti di tastiera deputati ad aumentare la tensione, frequenti ma ben discreti e mai ingombranti . L’ascolto delle 10 tracce fila liscio e con scarse sorpresa, ad eccezione di qualche raro momento relativamente melodico (il chorus dell’ottima Exhumed Demon, la chitarra acustica di The Plague). La costante però è che si scapoccia molto, ed è difficile non farsi prendere dal morbo dell’headbanging davanti al groove dei breakdown o ai riff più tirati e dritti. Dove i Membrance si prendono spazio per qualche piccolo elemento più personale, è nelle tematiche: in mezzo all’horror/gore grottesche d’ordinanza, fatto di demoni esumati, fogne aperte e cose della palude (’The Swamp Things’ sarà una citazione del fumetto cult DC? Chissà), troviamo anche ’Poveglia’, isola della laguna veneziana, segno che lo spirito della Serenissima (del resto seconda a pochi posti per mistero e fascino oscuro) aleggia anche nell’internazionalissimo death metal di “Morality’s Collapse”.

---
La recensione Morality's Collapse di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2019-06-18 17:26:45

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia