Area-C I Guardiani Dell'Area 2019 - Sperimentale, Metal, Nu-Metal

I Guardiani Dell'Area precedente precedente

A metà fra l’alternative metal anni ‘00 e una certa estetica prog, il curioso secondo disco degli Area-C

Ascoltando ‘I Guardiani Dell’Area’ non sono purtroppo riuscito a capire cosa sia l’Area C che dà nome al gruppo (non penso si parli della ZTL di Milano), né quale sia il compito dei guardiani. Mi sono però ritrovato davanti, ripescandolo dai non molti scampoli di testo intelligibili chiaramente in mezzo agli effetti e ai filtri della voce, ad un adorabile immaginario distopico/fantascientifico dai toni un po’ naive, sarà anche per l’utilizzo della lingua italiana che, nella formulazioni di alcune frasi, ricorda tanto quei film post-apocalittici et similia degli anni ‘70. Difficile immaginare questa narrazione sposarsi con le chitarre alternative/nu metal anni ‘00, quello con venature industrial, voci effettate e qualche puntata nel riffing thrash, che caratterizza le 12 tracce, con tanto di omaggio ai Meshuggah. In effetti, sotto l'impianto tendenzialmente metal del disco c'è una certa estetica quasi progressive, vicina a quella corrente italiana degli anni '70 ricca di scenari fantastici, che si sposa invece benissimo con le "nuove ere atomiche" e gli eroi che abitano i 'I Guardiani dell'Area'. La ritroviamo nei numerosi passaggi melodici o acustici (’Distopica(Intro)’, ma anche molti altri), in un certo gusto melodico vintage che può scoppiare improvvisamente anche nei momenti più pestoni, in una sorta di eclettismo che fa comparire qui e lá vocoder o riff pseudo-rock n'roll ('Come un'ipnosi0). Tutti elementi abbastanza rari per un disco che si presenta con la faccia abrasiva del metal moderno, così come raro è il minutaggio abbastanza lungo di molti dei pezzi. Alla fine ‘I Guardiani dell’Area’ risulta essere un disco a tutti gli effetti strano, con influenze apparentemente inconciliabili, un mood curioso, con una produzione che rende il sound un po' ostico, eppure dotato di una certa coerenza interna e di uno strano fascino in cui sarebbe interessante riuscire a penetrare meglio.

---
La recensione I Guardiani Dell'Area di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2019-08-20 10:52:13

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO