Fioramante Pulp 2019 - Pop, New-Wave, Indie

Pulp precedente precedente

Il nuovo album di Fioramante si intitola "Pulp": sonorità sono cupe, elettroniche e sintetizzate

Le sonorità sono cupe, elettroniche e sintetizzate "Pulp" è tutto ciò che viene estremizzato, è efferato, dai contenuti forti e Fioramante pensa bene di citare Giovanni Muciaccia in una canzone in cui si parla di punk strafatti e non solo. "Gang Bang" è confusione, persone, vestiti, luoghi notturni è la descrizione del caos sociale che si insinua e prende spazio. 

Pop e synth in vetrina, Fioramante scrive in un monolocale recentemente arredato, con quattro birre e due cuori... si spera. Racconta di tutto quello che gli capita intorno: "mettiamo il casco al mondo in un gioco senza fine." 

I testi sono seguiti da una scia di ironia, di non curanza, un modo di accostare le parole insolito apparentemente no sense, dal risultato sorprendente. 

L'amore è il tema centrale, affrontanto con leggera malinconia, "Semidio" è la ballad romantica per eccellenza, che non risulta scontata. 

"Pulp" è come quei cocktail di cui apprezzi il retrogusto. Il pop è miscelato bene, fresco e originale tra riff di chitarre. Il sound è morbidamente elettronico, con vibrazioni 80’s. 

Fioramante è una piacevole scoperta, non sempre di facile lettura, ma dalla spiccata personalità, "Pulp" è quello che già c'è nel panorama musicale attuale, ma che porta a migliorarlo. 

---
La recensione Pulp di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2019-09-27 17:38:10

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO